Passa ai contenuti principali

Post

Addio al card. Dias

E' mancato a Roma il card. Ivan Dias, 81 anni, arcivescovo emerito di Mumbai, India, e Prefetto emerito della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli. Aveva problemi alla vista, diabete e ipertensione, aggravatisi negli ultimi tempi. Domani verranno celebrati i funerali all'Altare della Cattedra della Basilica di San Pietro, sarà sepolto alla cappella di Propaganda Fide nel Cimitero del Verano. E' il settimo cardinale defunto nel 2017.
Era uno dei rarissimi casi di cardinali che hanno ricoperto tutte e tre le funzioni più importanti nella gerarchia cattolica: nunzio apostolico, arcivescovo e Prefetto di Curia. Era il più anziano cardinale indiano vivente. Con la sua morte, il Collegio Cardinalizio scende a 220, 116 elettori (in attesa del concistoro) e 104 non elettori. I cardinali indiani sono 4, tutti elettori:
- card. Telesphore Placidus Toppo, 78 anni, arcivescovo di Ranchi;
- card. Oswald Gracias, 72 anni, arcivescovo di Mumbai;
- card. George Alencherry, …
Post recenti

L'Albania ridisegnata, mentre si avvicina la successione del card. Scola

L'Albania viene completamente ridisegnata, coinvolgendo anche gli italiani. Si ritira mons. Cristoforo Palmieri, 78 anni, vescovo di Rreshen; gli succede don Gjorgj Meta, 41 anni, vicario generale della diocesi di Tirana-Durazzo. P. Giovanni Peragine, 52 anni, parroco a Milot, è il nuovo vicario apostolico dell'Albania meridionale; succede a mons. Hil Kabashi, 75 anni, ritiratosi per anzianità.


Cristoforo Palmieriè nato a Bitonto il 24 maggio 1939.
Quinto degli otto figli di un calzolaio e di una casalinga, nel 1960 è entrato nella Congregazione per la Missione dei Padri Vincenziani. E' stato ordinato sacerdote il 18 marzo 1967, a 27 anni.
E' stato parroco a Napoli, Lecce e Lamezia Terme. Nel 1993 chiede e ottiene di essere inviato in Albania per fondare una missione. Nel 1996, all'erezione della diocesi, ne diventa vicario generale. Nel 1998 il vescovo mons. Angelo Massafra viene promosso arcivescovo di Scutari e don Palmieri diventa amministratore apostolici della…

Verso il concistoro

Il 28 giugno papa Francesco, contro ogni previsione, terrà un mini-concistoro per la creazione di 5 nuovi cardinali, tutti elettori, quasi uno per continente.
Il criterio è sempre il medesimo: vengono scelti prelati esperti, anche se non arcivescovi, in rappresentanza di Paesi che spesso non hanno mai avuto un cardinale. In questo caso, sono 4 su 5 (El Salvador, Svezia, Laos e Mali). Il numero dei cardinali elettori sale dunque a 121, uno in più del tetto dei 120 stabilito da Paolo VI. Salvo decessi, rimarrà stabile fino a febbraio 2018. 

Jean Zerbo è nato a Ségou, Mali, il 27 dicembre 1943.  Viene ordinato sacerdote il 10 luglio 1971, a 27 anni, da mons. Pierre Louis Leclerc, vescovo di Sègou. Parroco per quattro anni, nel 1975 si è trasferito a Lione per proseguire i suoi studi. Nel 1982 è tornato in Mali come parroco di Markala.  Il 21 giugno 1988, a 44 anni, viene nominato vescovo ausiliare di Bamako. Viene consacrato il 20 novembre successivo dal card. Jozef Tomko, Prefetto della …

IL CARD. RE NUOVO SOTTODECANO

Il card. Giovanni Battista Re, 83 anni, Prefetto emerito della Congregazione per i Vescovi, cardinale vescovo di Sabina-Poggio Mirteto, è il nuovo Sottodecano del Collegio Cardinalizio. Succede al card. Roger Etchegaray, 94 anni, francese, Presidente emerito dei Pontifici Consigli per la Giustizia e la Pace e "Cor Unum" e arcivescovo emerito di Marsiglia, cardinale vescovo di Porto-Santa Rufina.
L'elezione si è resa necessaria perché il card. Etchegaray ha lasciato a gennaio Palazzo San Callisto in Vaticano, residenza dei cardinali curiali anziani, per trasferirsi a Bayonne accanto alla sorella. Il Codice di Diritto Canonico prevede però che Decano e Sottodecano risiedano a Roma, dunque si è resa necessaria una nuova elezione.
Al momento, cambia poco. Il Sottodecano non comporta generalmente nessun incarico, è colui che viene eletto Decano quando questa carica venisse a mancare.
La situazione dei cardinali vescovi rimane complicata. Tutti e 6 non entrerebbero in Conclav…

Don Claudio Palumbo nuovo vescovo di Trivento

Si ritira mons. Domenico Angelo Scotti, 75 anni, vescovo di Trivento. Gli succede don Claudio Palumbo, 52 anni, finora vicario generale della diocesi di Isernia-Venafro.
Le diocesi piccole sono oggetto di studio di un meccanismo di riforma delle circoscrizioni italiane da anni, anche se non sembra esserci nessun progetto concreto. La notizia dell'arrivo di un nuovo vescovo in Molise prevede tempi relativamente brevi, soltanto quattro mesi dalla scadenza di mons. Scotti.
La diocesi di Trivento conta appena 51mila fedeli (ampiamente sotto la soglia critica di 100mila), 50 sacerdoti e 58 parrocchie.


Domenico Angelo Scotti nasce a Pollutri l'8 febbraio 1942.
Viene ordinato sacerdote il 25 giugno 1967, a 25 anni, a Chieti. E' stato vicario parrocchiale a Villa Santa Maria e parroco a Montelapiano (1967-1972), padre spirituale del seminario di Chieti (1972-1993), parroco di Torino di Sangro (1993-1996), rettore del seminario di Chieti (1996-2005) e vicario generale dell'arcid…

E' mancato il card. Lyubomyr Husar

Si è spento il card. Lyubomyr Husar, 84 anni, arcivescovo maggiore emerito di Kiev-Halyc e Presidente emerito del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina. E' mancato nella città di Kniazhychi, dove risiedeva dopo il ritiro, dopo una lunga malattia.

E' il sesto cardinale deceduto nel 2017 in cinque mesi; nel 2016 furono 6 in tutto l'anno. L'Ucraina mantiene ancora un cardinale, il card. Marian Jaworski, 90 anni, arcivescovo emerito di Leopoli, ma nessun elettore. Molti speravano che papa Francesco avrebbe concesso una berretta a una regione in guerra, come ha fatto per vari Stati africani e per la Siria, ma per ora così non è stato. I candidati principali sono due: mons. Mieczyslaw Mocrzycki, 56 anni, arcivescovo di Leopoli, e mons. Svyatoslav Schevchuk, 47 anni, arcivescovo maggiore di Kiev-Halyc (successore del card. Husar), il più giovane arcivescovo maggiore della storia al momento dell'elezione (40 anni).
Il card. Husar è stato escluso dal Conclave 2013 per…

MONS. DE DONATIS NUOVO VICARIO DI ROMA

La scelta era data per oggi, ed è arrivata puntuale. Sorpresa invece sul nome: come Vicario per Roma succede al card. Agostino Vallini, 77 anni, mons. Angelo De Donatis, 63 anni, finora vescovo ausiliare, elevato arcivescovo. Assume anche gli incarichi di Arciprete della Basilica di San Giovanni in Laterano, amministratore apostolico di Ostia, Presidente dell'Opera Romana Pellegrinaggi e Gran Cancelliere della Pontificia Università Lateranense.
Il nome di mons. De Donatis era tra i papabili per una soluzione interna alla Curia di Roma, ma il suo nome era dato in svantaggio rispetto a quello dell'altro ausiliare mons. Paolo Lojudice, 53 anni. E' la prima nomina decisiva del 2017 dopo quella del nuovo presidente della CEI (in cui il papa si è limitato a seguire le indicazioni dei vescovi), dunque due in una settimana.
Per statuto, il Vicario di Roma deve essere cardinale (il titolo è Cardinale Vicario, non semplicemente Vicario). In teoria, dunque, mons. De Donatis è Pro-Vic…