Passa ai contenuti principali

Post

A CARACAS LASCIA IL CARDINALE UROSA: "E' STATO UN ONORE"

Alla fine, il cardinale Jorge Liberato Urosa Savino ha ceduto. L'arcivescovo di Caracas, 75 anni, è stato sollevato per anzianità dalla guida dell'arcidiocesi di Caracas, la più grande del Venezuela, per sua esplicita richiesta. Papa Francesco, invece, avrebbe voluto mantenerlo al suo posto ancora per qualche tempo.




Acerrimo oppositore della politica di Hugo Chavez e del suo successore Nicolas Maduro, è stata una delle voci più critiche in Venezuela sulla difficilissima situazione economica e sociale. "E' stato un onore servire la Chiesa di Caracas", ha scritto nel suo messaggio di congedo. 
Ad amministrare l'arcidiocesi è stato chiamato l'altro cardinale venezuelano, il 73enne arcivescovo di Merida Baltazar Enrique Porras Cardozo.






--

Il nuovo arcivescovo di Cap Haitien, nell'isola caraibica di Haiti, è Launay Saturnè, 54 anni, vescovo di Jacmel dal 2010 e Presidente della Conferenza Episcopale di Haiti. Succede a Max Leroy Mesidor, trasferito a capo dell…
Post recenti

DOPO IL CONCISTORO CAMBIANO APSA E ARCHIVIO SEGRETO. MUORE IL CARD. TAURAN

Il 28 giugno papa Francesco ha creato 14 nuovi cardinali, di cui 11 elettori e 3 non elettori. Questi sono i titoli cardinalizi a loro assegnati. 




- Louis Raphael I Sako, 69 anni, Iraq, Patriarca di Babilonia dei Caldei --> cardinale vescovo. Come da Codice di Diritto Canonico, i Patriarchi di Chiese Orientali non entrano a far parte del clero di Roma e viene loro assegnato il titolo di cardinale vescovo, senza però alcuna diocesi suburbicaria;

- Luis Francisco Ladaria Ferrer, 74 anni, gesuita spagnolo, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede --> cardinale diacono di Sant'Ignazio di Loyola a Campo Marzio. Istituito nel 1991, il titolo cardinalizio è sempre stato affidato a cardinali gesuiti. Ferrer è il terzo occupante, dopo il teologo Paolo Dezza e l'ex direttore della Radio Vaticana Roberto Tucci, mancato nel 2015. La chiesa è stata costruita nel 1626 e finanziata dal nipote di Gregorio XV, che aveva canonizzato il fondatore del Gesuiti;

- Angelo De Donati…

Verso il Concistoro - 4

I più giovani tra i cardinali che papa Francesco creerà il prossimo 28 giugno (cerimonia anticipata di un giorno per non sovrapporsi alla festa dei Santi Pietro e Paolo) sono gli arcivescovi dell'Aquila e di Toamasina, il Vicario per Roma e l'Elemosiniere Pontificio

--

Giuseppe Petrocchi

Papa Francesco dimostra di non essersi dimenticato dell'Italia, soprattutto quella con le realtà più difficili. Il terremoto del 2009 non è ancora superato, ferita non rimarginata nell'immaginario collettivo. La porpora arriva non all'uomo che visse in prima persona quelle ore, cioè l'80enne Giuseppe Molinari, ma al suo successore Giuseppe Petrocchi: allora era vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno, arriverà in Abruzzo solo nel 2013. 
L'Aquila ha avuto un solo cardinale: Amico Agnifili, creato nel 1467 e vescovo in due periodi diversi (1431-1472 e 1476). I cardinali Giovanni Piccolomini e Pompeo Colonna sono stati amministratori della diocesi nel XVI secolo. Dal 1941 al …

Gli 80 anni del cardinale Amato, cominciano le epurazioni in Cile

Compie 80 anni il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione per i Vescovi



I cardinali elettori scendono a 114, più 98 non elettori, in attesa del Concistoro del 28 giugno. E' il quinto e ultimo cardinale a uscire dal numero degli elettori nel 2018, il prossimo sarà il messicano Alberto Suarez Inda a gennaio 2019. 
Gli italiani scendono per la prima volta sotto quota venti elettori. Sono 19, più 22 non elettori; il 28 giugno torneranno in pareggio, 22 a 22. 
Amato, come comunicato dalla Santa Sede, rimarrà Prefetto fino a settembre, quando cederà il posto all'arcivescovo Giovanni Angelo Becciu, 70 anni, futuro cardinale e Sostituto per gli Affari Generali. 
Per un mese Amato è stato protodiacono de facto: se ci fosse stato un Conclave, sarebbe stato lui ad affacciarsi alla Loggia Centrale della Basilica di San Pietro per pronunciare l'Habemus Papam. Ora l'incarico passa al cardinale guineano Robert Sarah, 73 anni, Prefetto della Congregazione per il Culto Divin…

Verso il Concistoro - 3

Tra i cardinali che papa Francesco creerà il prossimo 28 giugno, ci sono anche il vescovo di Fatima, il Patriarca di Babilonia dei Caldei e il Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi. 

Antonio Augusto dos Santos Marto

Il vescovo di Fatima viene premiato per la sua appartenenza a una diocesi molto speciale, teatro delle apparizioni mariane del 1917, ma crea un paradosso: è la prima volta che un cardinale sarà suffraganeo di un altro cardinale. La diocesi di Leiria-Fatima, infatti, è sottoposta al Patriarcato di Lisbona, guidato dal cardinale Manuel Josè Macario do Nascimento Clemente, 69 anni, creato da Francesco e unico elettore portoghese. 
Sarà il 43° cardinale nella storia del Portogallo. Il primo fu il monaco benedettino Paio Galvao, Vicecancelliere della Cancelleria Apostolica, nel 1230. Nel 1273 il cardinale Joao Pedro Paulo, arcivescovo di Braga, venne eletto Papa con il nome di Giovanni XXII. 
La diocesi di Leiria non ha mai avuto cardinali. Sono transitati dalla dioce…

Verso il concistoro - 2

Francesco ha scelto prelati esperti da ogni parte del mondo, tra cui il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, l'arcivescovo di Huancayo in Perù e quello di Karachi in Pakistan. 


Luis Francisco Ladaria Ferrer

Era l'unico superiore di Curia praticamente sicuro della berretta cardinalizia. Ferrer è arrivato a sorpresa a luglio 2017, quando Francesco decise di non confermare il cardinale tedesco Gerhard Ludwig Muller, 70 anni, e di promuovere il suo vice. 
Tenendo conto che fino al 1968 il Prefetto era il Pontefice stesso con un cardinale come Segretario (di fatto governando), ha sempre avuto un cardinale come Prefetto fin dal 1542, anno della sua fondazione.  
Papa Francesco, gesuita (anche se formalmente l'appartenenza decade con l'elezione a Papa), non aveva mai creato cardinale un suo confratello. I gesuiti contano soltanto due cardinali anziani, il teologo francese Robert Vanhoye, 94 anni, e l'indonesiano Julius Darmaatmadja, 83 anni. 
La Spagna non …

Verso il Concistoro - 1

Nel quinto concistoro del suo pontificato, papa Francesco ha scelto 3 cardinali non elettori, sui 14 totali. Si tratta un arcivescovo messicano, un vescovo boliviano e un missionario spagnolo.

Sergio Obeso Rivera

Sarà il 13° cardinale messicano, il terzo creato da papa Francesco, dopo l'arcivescovo di Morelia Alberto Suarez Inda, 79 anni, e l'arcivescovo di Tlalnepantla Carlos Aguiar Retes, 68 anni, trasferito a dicembre a Città del Messico. L'arcidiocesi di Jalapa non ha mai avuto cardinali, nemmeno emeriti. Rivera sarà anche il più anziano cardinale messicano. 




Sergio Obeso Rivera è nato il 31 ottobre 1931 a Xalapa.
Sacerdote dal 1954, ha ottenuto un dottorato in teologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma per poi tornare a Jalapa, come docente di filosofia e teologia in seminario, diventando poi direttore spirituale e rettore. 
Il 30 aprile 1971, a soli 39 anni, viene nominato vescovo di Papantla; succede a mons. Alfonso Sanchez Tinoco, mancato sei mesi prima. Vie…